Strategia nel Blackjack

Poiché il Blackjack è un gioco da casino online molto popolare e rapido, è necessario che il giocatore sia capace di prendere delle decisioni istantanee. Al Blackjack, varie strategie permettono di aumentare il rendimento delle carte.

Si noterà che nel Blackjack, esistono quattro soluzioni che si possono utilizzare in determinate situazioni. La prima strategia consisterà di conseguenza nel « dividere », « raddoppiare », « lasciare » ou « stare » in funzione di queste situazioni.

La tattica che consiste nel « dividere »

Come vi abbiamo già spiegato nelle regole del Blackjack, il giocatore ha la possibilità di effettuare delle azioni durante il gioco. Quando quest’ultimo possiede per esempio due prime carte che hanno valore identico, può effettuare un’ulteriore puntata e giocare come se ogni carta fosse l’inizio di una nuova mano.

Il giocatore può « dividere » quando la sua mano è composta da coppie. Gli basterà allora effettuare una puntata equivalente alla sua puntata iniziale sul tavolo. Dividendo le sue coppie, il giocatore ha la possibilità di creare una nuova mano. Il croupier distribuirà allora una nuova carta per ciascuna delle sue mani. Il fatto di «dividere» funziona perfettamente con delle coppie di 6, 7 e 8.

La tattica che consiste nel « raddoppiare »

Il giocatore può in alcune circostanze effettuare una puntata supplementare e può anche chiedere una nuova carta al croupier. Questa tattica funziona con le mani alte come 3 e 8, per un totale di 11 punti. Effettuando una nuova puntata, il giocatore indica al croupier che ha intenzione di « raddoppiare ». Quest’ultimo distribuirà al giocatore una nuova carta e se questa ha la fortuna di valere 10 punti (carta con valore decimale, Fante, Regina o Re), il giocatore si ritroverà con una mano che avrà un valore di 21 punti e vincerà quindi la partita.

La tattica che consiste nel « raddoppiare » funziona quando le mani di partenza hanno un valore esatto di 10 punti o addirittura 11 punti.

La tattica che consiste nel « lasciare »

Il giocatore ha la possibilità di perdere la metà della sua puntata iniziale « lasciando », cioè dichiarandosi battuto prima che il croupier scopra le sue carte. Supponiamo che il giocatore abbia una mano che vale 15 punti e che la carta scoperta del croupier sia un Re. Se il giocatore decide di prendere una nuova carta, ci sono grosse probabilità che superi 21 punti. Ma se sta, il croupier potrebbe forse vincere perché ha un margine di 11 punti.

La cosa migliore da fare in questo caso è « lasciare ». In questo modo il giocatore perderà solo la metà della sua puntata iniziale e ridurrà così le sue perdite.

La tattica che consiste nello « stare »

L’ultimo metodo che il giocatore può impiegare è lo « stare ». A volte, quando la carta scoperta del croupier è un Asso, il giocatore può chiedere di « stare » con un importo che corrisponde alla metà della puntata iniziale. Tuttavia, una simile strategia è utile solo se la mano di partenza del croupier è un « naturale » (una mano che dall’inizio vale 21 punti).

L’interesse di questa tattica consiste nell’assicurare al giocatore di recuperare la sua puntata invece di giocare una partita a vuoto e quindi perdere una certa parte delle vincite.

Menu